Shiba inu

Monumento nazionale giapponese

Nel 1932 viene fondato in Giappone il Nihon Ken Hozonkai, chiamato anche Nippo (associazione per la conservazione del cane giapponese), che riconoscerà nel 1936 la razza Shiba Inu come monumento nazionale, poiché durante la seconda guerra mondiale questa razza si era quasi estinta.

Fortunatamente rimasero tre linee di sangue che permisero agli allevatori Masuezo Ozaki, Tatsu Nakajo e Gaiyu Ishikawa di salvare questa razza.

Nacque così lo shiba moderno.

Il cane piccolo

Lo shiba, chiamato anche cane piccolo o cane dei cespugli, è una razza molto antica, probabilmente introdotta in Giappone dalla Cina tra il 6000 e il 300 a.C...
Questi cani, grazie alle piccole dimensioni, alla resistenza, alla velocità e all’agilità, sono stati utilizzati per la caccia di uccelli, daini e cervi.

Hachiko

Parente non troppo lontano dello Shiba Inu è l’Akita Inu; entrambe le razze hanno riscosso molto popolarità negli ultimi anni grazie al film Hachiko – Il tuo mogliore amico uscito nelle sale cinematografiche nel 2009 ed interpretato da Richard Gere. Nel film, il cane Hachiko viene interpretato inizialmente da un cucciolo di Shiba e successivamente da un Akita.

Il film è basato sulla storia di Hachiko, cane di razza Akita, divenuto famoso per la sua enorme fedeltà nei confronti del suo padrone, il professor Hidesaburō Ueno. Dopo la morte improvvisa di Ueno, il cane si recò ogni giorno, per quasi dieci anni, ad attenderlo, invano, alla stazione in cui l’uomo prendeva il treno per recarsi al lavoro.

Simbolo di fedeltà

La vicenda ebbe un enorme riscontro nell’opinione pubblica dell’epoca e ben presto Hachiko divenne, in Giappone, un emblema di affetto e lealtà. Nel 1934, al fedele animale fu dedicata una statua e, negli anni, la sua storia divenne il soggetto di film e di alcuni libri.

Ares

Il soggetto delle fotografie in questa pagina è il mio cane Shiba Inu, Ares, di 3 anni e mezzo.

porta. dolor ut dapibus dictum id risus venenatis, pulvinar nunc odio felis